• 800 97 44 72
  • contatti@dcpgas.it

La filiera delle energie

La nostra società, come le altre società di vendita in Italia, per fornire i propri clienti si serve della rete presente nel territorio. Questa rete di gasdotti locali o di distribuzione dell’energia elettrica, viene gestita dalle Società di Distribuzione che, oltre a gestirne l’uso, svolgono anche l’attività di manutenzione, controllo e sviluppo per il corretto funzionamento tutti i giorni e 24 ore su 24.

La filiera del gas naturale

Il Gas Naturale che utilizziamo viene importato dall’estero o prodotto in Italia. La prima fase della filiera è definita come Processo di Approvvigionamento, attraverso la quale viene gestito il fabbisogno giornaliero. I punti di entrata sono otto, in corrispondenza delle interconnessioni con i metanodotti di importazione (Tarvisio, Gorizia, Passo Gries, Mazara del Vallo, Gela) e dei terminali di rigassificazione GNL (Panigaglia, Cavarzere e Livorno). Per approfondire: Punti di entrata e uscita dalla rete nazionale nell’anno 2018.

Il Trasporto in Italia viene gestito sia da Snam Rete Gas Spa che da Società Gasdotti Italia Spa, le quali monitorano i flussi per rendere disponibili sempre e dovunque le quantità di gas richieste dai consumatori. Viene trasportato in alta pressione per poi essere regolato in media e bassa pressione nelle cabine Re.Mi. (Regolazione e Misura) chiamate anche Punti di Consegna. In questa fase il gas viene “consegnato” alle società di distribuzione.

Le imprese che gestiscono la distribuzione, nella prima fase del loro segmento della filiera, hanno il compito di filtrare, preriscaldare, decomprime, misurare in portata e volumi ed odorizzare il gas naturale poiché ancora inodore. Queste attività insieme alla manutenzione della rete sono di carattere pubblico ed esclusivamente a carico di queste società di distribuzione private, la cui concessione avviene attraverso gare d’appalto e gli obblighi e le tariffe per il servizio sono regolate ed imposte dall’Autorità.

La Commercializzazione all’ingrosso viene svolta da società denominate Shipper, le quali acquistano da produttori nazionali o da altri shipper per poi rivendere alle Società di Vendita che rivendono ai clienti finali oppure a grossi clienti collegati direttamente alla rete nazionale. Quest’attività è stata liberalizzata.

La filiera dell’energia elettrica

Come per il Gas Naturale, anche per l’Energia Elettrica c’è un lungo percorso fatto di fasi successive che inizia con l’Approvvigionamento, la Trasmissione, la Distribuzione e il Dispacciamento.

Il Processo di Approvvigionamento avviene attraverso l’acquisto dell’energia da fonti di produzioni estere o dalla produzione dell’energia che avviene in Italia utilizzando combustibili fossili e fonti rinnovabili. Il petrolio e il gas naturale sono tutt’oggi le principali forme di combustibile utilizzate per la produzione.

Successivamente, la fase che permette di trasportare l’energia acquistata o prodotta fino alla rete di distribuzione dove si trovano i consumatori finali viene chiamato Processo di Trasmissione. L’energia viaggia in alta o altissima tensione così da garantire una minore dispersione di energia.

La Distribuzione e la Misura dell’energia elettrica, come nel gas si trova nell’ultima parte della filiera e corrisponde al momento di accesso dell’utente finale alla rete, dove viene convertita dall’alta alla media o bassa tensione per essere poi utilizzata dai clienti finali. Le aziende energivore, ovvero quei clienti che per le loro attività richiedono grosse quantità di energia, sono collegate direttamente alla rete elettrica principale o al gasdotto in alta pressione e per questo motivo sono individuati come “clienti diretti”.

Tutte le fasi sono coordinate dalla società Terna Spa, che garantisce il funzionamento dell’intero sistema e assicura che l’energia immessa nella rete sia costantemente uguale all’energia consumata. La complessità di questa attività è cresciuta negli ultimi anni col forte sviluppo di tutti i piccoli produttori di derivazione rinnovabile.