• 800 97 44 72
  • contatti@dcpgas.it

Gas & Luce

La DCP

Chi siamo.

Nel 2006, quando fu costituita la DCP Impiantistica, l’idea era quella di creare una realtà per gestire la rete di distribuzione del metano nei comuni del bacino “Campania 25”, ampliando questa a zone ancora non servite per allacciare i nuovi impianti domestici costruiti. Dopo qualche anno, nel 2010, oltre all’assistenza e all’installazione degli impianti di fornitura di gas, si decide di ampliare i servizi offerti ai clienti con la bollettazione. Nasce così la “DCPGAS” divenuta poi, anche società di vendita di Energia Elettrica.  

La chiave del successo è la centralità delle attività e il rapporto con i clienti che resta “faccia a faccia” anche dopo la firma del contratto, venendo incontro a tutte le esigenze e gestendo tutte le richieste recepite senza passare attraverso call center e cambiando continuamente interlocutore. Il nostro personale prende in carico singolarmente ogni richiesta, portandola a termine senza iniziare ogni volta un iter infinito.

I clienti si rivolgono sempre le stesse persone, che riescono a seguire passo passo ogni tipo di esigenza.

La sede della DCPGASLUCE si trova ad Alife, nell’alto casertano, dove vengono gestite tutte le fasi della bollettazione, dalla lettura dei misuratori alla consegna a mano della bolletta, per ridurre al minimo i disagi dei propri clienti.

La gestione centralizzata delle risorse dell’azienda permettono alla DCPGASLUCE di focalizzare le attenzioni nei minimi particolari di ogni singolo cliente, garantendo sempre la massima qualità dei servizi offerti e la massima efficienza nei processi, dalla richiesta di allaccio alla società distributrice fino alla consegna della bolletta.

Qualità, efficienza, affidabilità e professionalità.


Alife.

Alife (Alífe in dialetto locale, Allifæ in latino) è un comune italiano di circa 8000 abitanti della provincia di Caserta in Campania. Antica sede vescovile documentata storicamente a partire dall’anno 499, ma sicuramente di fondazione precedente: dal 1986, pur mantenendo la cattedra vescovile, è unita alla vicina diocesi di Caiazzo in un’unica comunità, con il nome di diocesi di Alife-Caiazzo. Capoluogo del Sannio Alifano che è quella parte territoriale dell’antica regione Sannio che comprende tredici comuni, oggi appartenenti alla provincia di Caserta.

Divenuta Città, è conosciuta a livello nazionale anche come “Città della Cipolla”: la coltivazione di quest’ortaggio è qui storicamente attestata fin dai tempi della dominazione romana e la sua esportazione è stata per secoli la principale fonte di sostentamento dei suoi abitanti.

La cittadina si trova nella parte sud-occidentale della regione storica del Sannio, nota come Sannio Alifano. È posta alle pendici del versante meridionale del Massiccio del Matese, quasi al centro di un anfiteatro naturale, in una verdeggiante pianura che ne prende il nome (pianura alifana), solcata dal medio corso del fiume Volturno e da altri torrenti. La vastità del suo territorio comunale la colloca al terzo posto della provincia e tra i primi in Campania: esso va dalle sponde del fiume, naturale confine verso sud, ai vasti pianori intensamente coltivati e, attraversando una stretta fascia collinare, raggiunge la parte montuosa la cui vetta più alta è Monte Acuto (m. 1265 s.l.m..).

Alife ha origine osca o sannita, coniava moneta propria come un didramma d’argento del IV secolo a.C. Fu a lungo in lotta con Roma, dal 343 al 290 a.C., venendo poi distrutta durante le guerre sannitiche. Numerose le sepolture di età sannitica rinvenute in località Conca d’Oro.

Fonte: Wikipedia